Navigate

La sicurezza di LISTERINE®

La sicurezza di LISTERINE®

Le sostanze a cui siamo giornalmente esposti, possono, in via teorica, creare dei danni alla persona. Per questo motivo è importante esaminare l’utilizzo dei collutori e le altre sostanze utilizzate in campo odontoiatrico, anche da questo punto di vista. Questa sezione fornirà tutte le informazioni su una serie di istanze sollevate sui potenziali pericoli legati all’utilizzo dei collutori come LISTERINE®, e su tutti gli studi condotti in quest’area.

Negli ultimi quarant’anni sono stati condotti piú di trenta studi clinici, inclusi degli studi a lungo termine (durata di 6 mesi), su  LISTERINE®. La versione originale di LISTERINE®, è sul mercato da piú di 100 anni, perciò esiste una considerevole mole di dati sulla sicurezza di LISTERINE.

Ma la sicurezza di LISTERINE non è legata solo sui dati storici, ma anche su quelli clinici, epidemiologici e di ricerche di laboratorio.

Questa sezione copre argomenti sulla sicurezza orale e dei tessuti molli, includendo:

  1. Smalto/dentina
  2. Materiali per le protesi
  3. Bocca secca (xerostomia)
  4. Tumori del cavo orale
  5. pH della placca
  6. Equilibrio della microflora orale
  7. Irritazione della mucosa

Forse ti interessa guardare il video sull’ ereditá di LISTERINE®.

Gli effetti di LISTERINE® sullo smalto/dentina

Gli effetti di LISTERINE® sullo smalto/dentina

Gli studi sull’ effetto di una frequente assunzione di bevande acide hanno dimostrato che l’ erosione dentale può  comparire, solo se  le seguenti condizioni sono soddisfatte:

Gli effetti di LISTERINE® sulle protesi dentarie

Gli effetti di LISTERINE® sulle protesi dentarie

Pubblicazioni cliniche hanno dimostrato che  LISTERINE® non indebolisce le protesi dentarie. 1,2

Alcol

LISTERINE® e alcol

Originariamente la formula di LISTERINE® fu formulata usando l’etanolo (alcol)*, poichè permette agli oli essenziali di miscelarsi con la base di acqua e perchè agisce anche come conservante. Oggi, l’etanolo è un componente della gamma tradizionale di  LISTERINE®, e della gamma  LISTERINE® Total Care. Entrambe le gamme prevedono delle varianti senz’alcol (rispettivamente  LISTERINE® Zero e  LISTERINE®  Total Care Zero).

pH

LISTERINE® non influisce in maniera avversa né sul pH salivare né su quello della placca

L’importanza del pH del cavo orale

In un soggetto sano, il pH della saliva va da 6,7 a 7,4.1 Un pH inferiore (piú acido), al di sotto del valore critico di 4,3-5, favorirà la demineralizzazione del dente. Col rialzo del pH, riprenderà anche la rimineralizzazione.2

La flora orale

LISTERINE® non altera il normale equilibrio della flora orale.

Alcuni ritengono che l’utilizzo a lungo- termine di collutori con agenti antiplacca e antigengivite potrebbero condizionare la microflora, con la possibilità che proliferino delle specie opportunistiche, o una selezione di specie resistenti agli agenti antimicrobici del collutorio.1

Mucosa orale

E’improbabile che LISTERINE® possa alterare la permeabilità della mucosa orale.

La mucosa orale é una barriera meccanica che ha una permeabilitá selettiva, permettendo ad alcune sostanze di penetrare nel corpo, escludendone invece altre. 1 Sono state espresse delle riserve sull’effetto dell’etanolo sulla mucosa2 orale, sostenendo che possa incrementarne la permeabilità.3

COOKIE SETTINGS PANEL

1st Party cookies: Necessary Cookie = 1:: Enhancement = 1

When you refuse the use of - 1st or 3rd party - cookies, this site will not behave as designed due to the unavailability of cookies.